Ortive

patata, pomodoro, melanzana, peperone, cocomero, melone, cetriolo, zucca da zucchini, zucca dolce, fragola, carciofo, cavolo, cavolfiore, cavolo di Bruxelles, lattuga, indivia, radicchio, bietola, spinacio, carota, finocchio, cipolla, aglio, porro e scalogno

Ortive

L’orticoltura include diverse specie che troviamo disponibili durante tutto l’anno sui mercati locali.

Il genere comprende patata, pomodoro, melanzana, peperone, cocomero, melone, cetriolo, zucca da zucchini, zucca dolce, fragola, carciofo, cavolo, cavolfiore, cavolo di Bruxelles, lattuga, indivia, radicchio, bietola, spinacio, carota, finocchio, cipolla, aglio, porro e scalogno.

La coltivazione delle piante ortive può avvenire o in piena terra (es. pieno campo, serra o tunnel) o su substrato (es. torba, coltivazione idroponica, coltivazione areoponica, argilla espansa) con uno sviluppo radicale di tipo superficiale. Una buona orticoltura è basata principalmente sull'utilizzo di acqua in modo costante al fine di mantenere umido il terreno e non creare squilibri idrici che potrebbero causare alterazioni del prodotto raccolto (es. marciume apicale, fenditure delle radici).

Grazie al sistema Agrismart integrato con la piattaforma Magico, si può controllare la quantità di acqua necessaria durante tutte le fasi di crescita delle piante, con un risparmio maggiore sui costi idrici evitando ristagni e consumi delle risorse.

Patogeni monitorabili in ortive:

  • Botrite
  • Peronospora
  • Alternaria

Parametri rilevati dalla centralina:

  • Radiazione solare (W/m 2)
  • Piovosità (mm)
  • Umidità terreno (a due livelli)
  • Bagnatura fogliare
  • Temperatura esterna e del suolo (a due livelli)
Cookie-Policy | Privacy-Policy | © 2020 AGRISMARTIOT.IT - All rights reserved
leaf